case-history.jpg

RFID: Una soluzione moderna per gestire la biblioteca

L’applicazione della tecnologia RFID nelle biblioteche offre vantaggi evidenti in tutto il ciclo di gestione dei materiali in biblioteca. Tutte le operazioni sono automatiche, veloci e sicure.

Il prelievo e la restituzione dei libri nella postazione prestiti (anche self-service) prevede che l’utente appoggi il libro sul lettore e confermi la procedura desiderata.

BUSINESS CASE: Biblioteca di Mezzago

La biblioteca di Mezzago, si è recentemente dotata di una completa soluzione RFID composta da: 2 stazioni di autoprestito, 3 postazioni staff da banco operatore, 1 varco antitaccheggio.
Per l’attività di posizionamento dei tag sui libri e materiali multimediali, sono state impiegate circa 22.000 etichette per libri e riviste, 700 etichette per CD e 1600 etichette per DVD.
Si prevede che a regime oltre la metà dei prestiti e delle restituzioni possa avvenire in modalità self-service, garantendo così il ritorno dell’investimento nel breve periodo.

BUSINESS CASE: Biblioteca di Vimercate

“Abbiamo taggato circa 80mila libri in meno di 90 giorni senza effettuare alcuna chiusura al pubblico della biblioteca. Il risultato è stato immediatamente positivo: in meno di due mesi più della metà dei nostri utenti ha iniziato ad utilizzare le postazioni self-service, mostrando da subito un elevato gradimento per questa innovazione, anche perché si sono notevolmente ridotti i tempi di coda.
Dal nostro punto di vista, grazie all’RFID siamo riusciti a ottimizzare le nostre risorse: il personale, infatti, invece di essere impegnato ad assolvere le procedure di registrazione per la consegna e la ripresa in carico dei materiali, adesso può dedicare il suo tempo a offrire consulenza bibliografica agli utenti, migliorando ulteriormente il servizio”.
Alessandro Agustoni - Direttore Biblioteca di Vimercate

Approfondisci ›