moduli.jpg

OPAC

L’Opac di Unibiblio offre un’ampia gamma di form di ricerca e una ricca batteria di filtri. Raccoglie informazioni di ogni materiale posseduto dalla biblioteca: libri, periodici, collane, opere, film, riviste, mappe e carte, oltre a tutto il materiale digitale. Ogni notizia catalografica è arricchita da immagini e icone di interpretazione immediata, utili per valorizzare tutto il patrimonio.

L’utente dispone di un ampio pacchetto di servizi on-line per interagire in autonomia con la sua biblioteca, dalla proposta di acquisto alla recensione del libro appena letto. Il lettore contribuisce anche all’arricchimento dell’Opac in una logica tipica del social networking tramite commenti, votazioni, link a immagini e risorse esterne.

Utilità per l'utente

L’utente attraverso l’Opac entrerà in un ambiente nuovo, intuitivo e coinvolgente. Tutti gli elementi grafici sono studiati per accompagnarlo verso una dimensione d’interazione con il catalogo e con la biblioteca, copertine, bibliografie, indici, integrazioni con social network, recensioni, arricchimenti di ogni genere come link, immagini e suoni.

Mediante apposite funzioni on-line potrà prenotare o rinnovare il prestito, controllare la propria situazione, annullare una prenotazione e modificare la modalità di ritiro. Una funzionalità avanzata consente di salvare i propri profili di ricerca. L’utente, se lo desidera, sarà costantemente aggiornato sulle novità corrispondenti ai profili salvati via sms o e-mail. È anche possibile salvare i risultati di una o più ricerche, consentendo all’utente o all’operatore di costruire bibliografie arricchite da copertine, immagini, recensioni. Le bibliografie potranno essere esportate nei formati standard.

L’esperienza utente è massima: direttamente sul sito selezionando le copertine si potrà postare commenti, votare e interagire nello stile tipico dei social network o proseguire la ricerca verso più ampie community di lettori, come Anobii, LibraryThing o Google Book.

Le informazioni, pronte, veloci e complete sul documento, a portata di click.

    Funzioni principali

  • Form di ricerca: libera, avanzata, per liste
  • Navigazione a faccette
  • Filtri di ricerca: target ragazzi, per biblioteca, generi, natura
  • Arricchimenti: copertina, abstract, indice, parole chiave
  • Servizi on-line per l’utente: iscrizione, prestito, rinnovo
  • Funzioni avanzate: registrazioni profili di interesse, notifica novità, esportazione bibliografie, archiviazione ricerche effettuate

    I plus

  • Gestione delle Prenotazioni con avviso di disponibilità via mail o SMS
  • Totale visibilità del patrimonio cartaceo e digitale
  • Social Opac (Facebook, Twitter, Google Book, Recensioni, …)
  • Messaggistica automatica all’utente
  • Biblioteca 2.0: anticipa i servizi della prossima generazione
  • Aumento della partecipazione, in un ambiente collaborativo
  • Aumento della circolazione
  • Document Delivery

Utilità per la biblioteca

La navigazione nel catalogo avviene mediante diversi punti di accesso: per indici authority files, CDD, soggetti, maschere di ricerca per campi, filtri aggiuntivi, assicurando una visione completa di tutto il patrimonio, compresi i periodici. La visualizzazione dei dati è semplice ed intuitiva, ma completa laddove è necessario. Non mancano funzioni di esportazione dei dati nei formati più diffusi (UNIMARC, MARC) e di esportazione di stampe di schede catalografiche o risultati delle ricerche. La grande flessibilità del sistema, consente alla biblioteca di personalizzare il formato dei dati e le informazioni da mostrare in ogni visualizzazione, elenco o scheda di dettaglio.

La biblioteca potrà facilmente rispondere anche alle richieste dei piccoli utenti con il filtro ragazzi, oppure è possibile impostare un Opac dedicato con grafica amichevole indirizzata a questo target. L’Opac rappresenta al contempo la vetrina della biblioteca verso l’esterno e lo strumento per valorizzare al meglio il proprio patrimonio bibliografico. Un buon Opac, ricco, amichevole, intuitivo, funzionale e attento alle esigenze dell’utente è in grado di accrescere la sensibilità dei cittadini, di attirarne l’attenzione e in ultima analisi di invogliare ad usarne i servizi, a vantaggio della biblioteca stessa.

Utili funzioni di supporto dell’operatività interna si occupano di avvisare l’operatore ad ogni prenotazione on-line. Un’opportuna consolle, mostra un istant-message sull’avvenuta operazione, immediatamente lo stato del documento a catalogo cambierà risultando in prestito. La biblioteca avrà sempre sotto controllo il proprio patrimonio e garantirà agli utenti massima visibilità, trasparenza e certezza dell’esito delle operazioni.

Le ricerche dell'utente
La visualizzazione tipica di una scheda catalografica
Una possibile visualizzazione dei risultati di ricerca

Utilità per la biblioteca

Unibiblio è stato progettato in ottica sistemica: le procedure di prestito interbibliotecario (PIB) o ILL (Inter Library Loan), sono nativamente supportate e non richiedono azioni diverse rispetto ad un normale prestito locale. Sono a prova di errore e garantiscono semplicità di gestione, che si traduce nella possibilità di affidare le procedure a personale meno qualificato (volontari, servizio civile), liberando i bibliotecari esperti per attività più qualificanti (catalogazione, reference).

L’emissione di un prestito PIB tipicamente comporta transiti tra le biblioteche: Unibiblio è in grado di calcolare i tempi di attesa previsti per la consegna del documento, in funzione delle eventuali prenotazioni in coda, delle tabelle degli orari del servizio di trasporto (minibus), degli orari di apertura di back office e front office delle biblioteche. I lettori sapranno in modo preciso, in che giorno e da che ora sarà disponibile documento prenotato nella biblioteca di ritiro; gli operatori avranno il massimo controllo sullo stato dei transiti. Ogni operazione di prenotazione sarà istantaneamente aggiornata nel data base e visibile sull’Opac in tempo reale. Il modulo di “Circolazione” supporta pienamente la tecnologia RFID, se abilitato, basta collegare un’antenna e si trasforma in una postazionestaff RFID. Supporta inoltre l’integrazione di macchine di autoprestito (self-check sia per il prestito che per il reso), coi varchi RFID e allarmistica. Moduli dedicati, perfettamente integrati con il modulo Anagrafica Utente e con il modulo di Inventariazione, consentono la stampa e la scrittura su chip RFID per la tessera utente o per i materiali documentari/mediateca.

Download brochure